Scuola Secondaria di primo grado di Pralboino

La Scuola Secondaria di primo grado di Pralboino ospita circa 183 alunni ed ha origini abbastanza recenti.

In particolare, nel 1870, l’Amministrazione comunale di quel tempo, in accordo con la famiglia Morelli, istituì il primo asilo infantile, recentemente ristrutturato e arricchito da un nuovo servizio assai apprezzato dalle donne occupate in attività lavorative: l’asilo nido.

La scuola elementare, comunale, invece, risale addirittura al 1600, anche se ancora non era obbligatoria. Il maestro era allora pagato dal comune.

Nel 1933 a Pralboino sorse la prima scuola secondaria della bassa bresciana, per merito di Elvira Zomer (nata a Pistoia il 13/5/1881, per trent’anni maestra nel comune di Milano, ritornata a Pralboino nel 1927) e Padre Vincenzo Zasio. La scuola, autorizzata nel 1934 dal Provveditorato agli Studi di Brescia e intitolata a Guglielmo Marconi, aveva sede nel castello Gambara-Ceriani, ora rinominato palazzo Pellegrini, ed era frequentata anche da alunni di Alfianello, Milzano, Pavone Mella, Gambara, Ostiano, Seniga, Castelletto di Leno.

Nel 1962 le classi vennero trasferite nel nuovo edificio di Via Borgo Sopra, n. 9.

Attualmente essa accoglie i ragazzi di tre territori comunali: Pralboino, Milzano, Seniga.

La scuola ha sempre lasciato profondi segni positivi in tutto l’ambiente della bassa bresciana e tuttora contribuisce non poco ad innalzare il livello culturale e sociale di un grande numero di persone, tra le quali annotiamo prestigiosi uomini di fede, di cultura e validi professionisti di ogni genere.

Nel 1990 l’Ammnistrazione comunale decise, come segno di sentita riconoscenza, l’intitolazione a Padre Vincenzo Zasio.

P.VINCENZO ZASIO (Note biografiche)

Nacque a Pralboino il 15 giugno 1901 e si spense il 27 giugno 1953.

Dopo aver frequentato il seminario diocesano, nel 1924 entrò fra i padri Filippini alla Pace. Sacerdote il 29 maggio 1926, svolse intenso apostolato fra la gioventù.

Uscito dalla Congregazione della Pace, nell’ottobre 1933 fondò a Pralboino, assieme a Elvira Zomer, la prima scuola secondaria della Bassa Bresciana, autorizzata poi nel 1934 dal Provveditorato agli studi.

Nel 1937 essa venne trasformata in Istituto Tecnico “Guglielmo Marconi” e nel 1940 in Scuola media unica. P. Zasio, inoltre, diede vita all’annesso collegio-convitto.

Lasciata nel luglio 1937 la scuola per contrasti politici, dal novembre 1938 si dedicò come conferenziere propagandista all’editrice La Scuola e alla Casa del Soldato.

Tornato a dirigere la scuola media di Pralboino, si prese cura anche dell’assistenza dei militari fondando un Segretariato per militari, per i quali aveva saltuariamente assunto il compito di cappellano militare della Guardia di Finanza.

Entrato nella Resistenza, appoggiò il movimento Fiamme Verdi. Arrestato nel gennaio e nell’agosto 1944, soltanto la pressione dei Pralboinesi su un ufficiale tedesco comandante del presidio locale lo salvò dalla deportazione in campo di concentramento.

Dal settembre 1944 fu costretto a nascondersi a Grontardo (Cremona), riuscendo ugualmente a mantenersi in contatto con gruppi clandestini.

Dopo la Liberazione si adoperò intensamente nella Pontificia Commissione di assistenza in aiuto ai profughi e ai reduci.

Dopo aver coperto per circa un anno, nel 1945-46, l’incarico di padre spirituale, si ritirò malandato in salute a Pralboino, dove continuò a dedicarsi alla gioventù.(Notizie ricavate dalla “Enciclopedia Bresciana”)

Orario delle lezioni:

dalle ore 8.00 alle ore 14

dal lunedì al sabato

tempo scuola 30 ore.

Trasporto

Indirizzo:

SCUOLA SECONDARIA DI I° GRADO DI PRALBOINO

Via Borgo Sopra n.9, 25020 Pralboino (Bs)

Tel.030.954135

Fax 030.9547865

Email: secondariapralboino@icpralboino.it